martedì , 17 Settembre 2019
Home / Curiosità / Glicemia: Come abbassarla in modo naturale

Glicemia: Come abbassarla in modo naturale

Quello dell’iperglicemia è un problema molto comune e non solo per chi lotta contro il diabete. Dovremmo infatti prestare molta attenzione a ciò che mangiamo e al nostro stile di vita, per non incorrere in patologie varie. A volte, infatti, siamo convinti che, non avendo nessuna patologia, possiamo mangiare quello che vogliamo. Non c’è nulla di più sbagliato in tutto questo poichè, con un’alimentazione corretta, possiamo evitare l’insorgere di molti problemi. Sarebbe bene per tutti, infatti, evitare quei cibi che provocano degli anomali picchi di zucchero nel sangue, aumentando quindi la glicemia, magari a favore di alimenti con un basso indice glicemico (GI) che ci aiutano a tenere a bada i livelli di zucchero nel nostro sangue. Mettetevi comodi due minuti perchè vi parlerò proprio dei cibi che aiutano ad abbassare il livello di glicemia nel sangue, in modo naturale.

Il primo tra tutti è l’avocado poichè, i suoi innumerevoli acidi grassi monoinsaturi, non solo agiscono sull’insulina, ma riescono a farci sentire sazi, più a lungo, riducendo la sindrome metabolica e questo è importante per la pressione sanguigna, e per contrastare malattie cardiovascolari.

Anche l’aglio e la cipolla rientrano nella lista dei cibi che abbassano il livello di glicemia. In particolare l’aglio, se preso a digiuno, abbassa i livelli di zucchero nel sangue.

Anche l’aceto di mele viene in nostro soccorso per la lotta contro l’iperglicemia. Recenti studi raccomandano l’assunzione di aceto di mele, subito dopo i pasti, per migliorare i livelli di insulina mentre, berlo prima dei pasti, 20 grammi di aceto diluiti in 40 grammi di acqua, ridurrebbe addirittura i picchi glicemici nel sangue.

Un altro alimento amico della nostra salute è la mandorla. Erroneamente pensiamo che la frutta secca, soprattutto la mandorla, sia un nemico della nostra linea e del nostro benessere. Se consumata nelle giuste dosi, la mandorla riduce i livelli di zucchero nel sangue poichè, avendo pochi carboidrati, per lo più fibre, ha un IG pari a 0. Da uno studio effettuato su un gruppo di persone è emerso che, ad avere livelli di glucosio più basso, erano proprio quelle che avevano consumato le mandorle, precisamente 56 grammi. Inoltre le mandorle favoriscono la sensazione di sazietà, per cui sono perfette a merenda o come spuntino spezza fame, al posto dei salatini e stuzzichini vari. Tra la frutta secca, solo gli anacardi hanno un indice glicemico più alto, 22 per la precisione, quindi sarebbe preferibile evitarli. Via libera invece alle noci e ai pistacchi.

I cereali integrali ci aiutano a combattere i picchi glicemici nel sangue e sarebbe preferibile introdurli nella nostra dieta in sostituzione della pasta, magari 3 volte alla settimana. Riso integrale, quinoa e miglio, infatti, hanno pochi carboidrati e molte fibre e, grazie ad alcune sostanze contenute, regolarizzano i livelli di glicemia.Sì quindi a pane e pasta integrali che hanno un indice glicemico basso, rispettivamente 51 e 42.

Aiutiamo il nostro organismo con il consumo di verdura, in particolare quella a foglia verde poichè particolarmente ricche di fibre ma non solo. E’ risaputo che anche il magnesio e la vitamina A, di cui sono ricche, regolano i livelli di glicemia nel sangue. Da preferire gli spinaci che, tra tutte le verdure a foglia verde, sono quelli con un indice glicemico inferiore. A seguire la lattuga, la bietola, il cavolo e le cime di rapa.

Fondamentale inoltre l’assunzione del cacao. L’epicatechina regola la produzione di glucosio ma la cosa più importante è che il suo consumo è importante anche per chi soffre già di diabete in quanto stabilizza la glicemia.

Poi ci sono altri alimenti, importanti per contrastare i picchi di zucchero nel sangue, ma che con l’aggiunta di alcuni ingredienti, possono diventare nemici del nostro benessere. Come ad esempio le uova e il caffè.
Le uova infatti, sebbene siano da ridurre per il colesterolo in esse contenuto, hanno un indice glicemico pari a 0, dunque aumentano la sensazione di sazietà e non favoriscono i picchi glicemici. Dobbiamo stare attenti, però, alla modalità di cottura poichè cucinando le uova con grassi vari, distruggiamo il loro potere benefico. Via libera quindi alle uova sode, soprattutto come spuntino, ed evitare il più possibile l’uovo fritto.
Anche il caffè è un importante alleato del nostro benessere che se assunto regolarmente, può ridurre notevolmente il rischio di diabete ma anche qui dobbiamo fare attenzione all’aggiunta di zucchero o altri dolcificanti poichè potrebbero ridurre l’effetto benefico.

Questi sono gli alimenti che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole ma non dimentichiamo l’importanza di uno stile di vita sano. Fare sport è importante per il nostro benessere e passeggiare a lungo, in particolare, aiuta a mantenere i giusti livelli di zucchero nel sangue.

Check Also

Tisane dimagranti – Alcune ricette per perdere peso

Sentiamo il bisogno di uscire più spesso, di fare lunghe passeggiate e di fare attenzione …

Cellulite: Rimedi naturali per eliminarla

La cellulite è una patologia che affligge noi donne fin dalla nostra adolescenza. Anche se …

Lascia un commento