lunedì , 21 Settembre 2020
Home / Bellezza / Fragole: benefici e controindicazioni

Fragole: benefici e controindicazioni

La fragola, appartenente alla famiglia della Fragaria, è identificato come un “falso frutto”, questo perchè si forma sulla base del fiore della pianta stessa. Sono molto gustose, apprezzate da tutti i bambini, soprattutto quelli di età inferiore ai 10 anni, ma soprattutto sono molto importanti per il nostro organismo. Vedremo insieme, infatti, che le fragole danno una spinta al nostro metabolismo, contrastano l’ipertensione e la cellulite e rallentano l’invecchiamento.

Cominciamo subito con tabella dei valori nutrizionali delle fragole (per 100 grammi) in modo da cominciare ad avere un’idea su questo preziosissimo frutto.

Grassi 0,3 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 1 mg
Potassio 153 mg
Carboidrati 8 g
Fibra alimentare 2 g
Zucchero 4,9 g
Proteina 0,7 g
Vitamina A 12 IU – Vitamina C 58,8 mg
Calcio 16 mg – Ferro 0,4 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 13 mg

Le fragole sono molto ricche di Vitamina C tanto che soltanto 5 fragole hanno l’equivalente di vitamina C di un’arancia!
Pensate che una tazza di fragole corrisponde al 136% della razione giornaliera di vitamina C raccomandata e questo è molto importante perchè sappiamo tutti quanto sia importante per noi questa vitamina.
La Vitamina C, infatti, favorisce l’assorbimento di sali minerali, come ad esempio il ferro, ed è molto utile per la formazione dei globuli rossi.
Anche altre vitamine sono incluse in questo preziosissimo frutto, come la vitamina A, K e quelle appartenenti al gruppo B.

Antinfiammatorie. Grazie al calcio, al ferro e al magnesio in esse contenuti, le fragole prevengono raffreddori e reumatismi ma non solo, essendo molto lassative, favoriscono la diuresi aiutando i reni a lavorare meglio.

Giovinezza. Il dipartimento dell’agricoltura statunitense (USDA) ha preparato la classifica Oxygen Radical Absorbance Capacity (ORAC) in cui sono elencati i frutti che più ci aiutano a rimanere giovani e, pensate un pò che le fragole sono presenti in questa lista. Questo perchè, oltre alla grande quantità di vitamina C, contengono anche acido folico e quercitina e kaempferol, ossia flavonoidi che contrastano la formazione di cellule cancerogene.

Pressione alta, infarto e umore. L’acido salicilico non solo è utile per i dolori articolari, ma svolge un’azione molto importante per il nostro organismo. Contribuisce a fluidificare il nostro sangue e ci aiuta contro l’ipertensione. Da uno studio dell’Harvard School of Public Health di Boston è emerso che mangiare 150 grammi di fragole a settimana ridurrebbe, grazie alla presenza degli antocian che favoriscono la dilatazione delle arterie, il rischio di infarto, soprattutto nelle donne.
Inoltre, le fragole, stimolano la produzione di serotonina, il famoso ormone della felicità.

Diabete. Al contrario di quello che molti pensano soprattutto per il loro sapore dolciastro, un consumo metodico di fragole aiuterebbe a prevenire il diabete di tipo 2, e grazie al fruttosio e al levulosio in esse contenuti, sono ottimamente tollerati da chi soffre di diabete.

Metabolismo. Se siete intenzionate a perdere peso, fate scorta di questo frutto miracoloso! Il motivo è molto semplice: le fragole, infatti, hanno il potere di attivare il metabolismo ma non solo. Hanno poche calorie e il loro consumo ci dona il senso di sazietà che contrasta soprattutto la fame nervosa. Inoltre ci aiutano a bruciare i grassi.

Pelle, unghie e capelli. Grazie alla presenza del manganese e del rame, le fragole rappresentano un toccasana per i nostri capelli e per le unghie. Prevengono la caduta dei capelli e rinforzano le unghie. Inoltre, sono fondamentali per la bellezza della nostra pelle, soprattutto per chi soffre di couperose, aiutano a contrastarla.

Controindicazioni. Le fragole hanno un alto potere allergizzante. Potrebbero svilupparsi eruzioni cutanee e, in casi molto rari, potrebbe comparire anche la febbre o problemi respiratori. Questo frutto costituisce l’emblema della quantità, infatti, nonostante prima avessimo parlato di quanto facciano bene ai diabetici e per un ottimale lavoro dei reni, è importante precisare che un largo consumo di fragole potrebbe essere controproducente. Mangiarle quindi con moderazione.
Per le donne in gravidanza, si raccomanda di lavarle accuratamente prima di consumarle, poichè essendo frutti che stanno a contatto col terreno, potrebbero trasmettere la toxoplasmosi a causa dei vari concimi animali.

Check Also

Le lenticchie: I legumi fondamentali per il nostro benessere

Probabilmente la popolarità delle lenticchie è data dall’usanza che le vede protagoniste la notte di …

Le carote: Proprietà benefiche

Le carote non sono dei semplici ortaggi. Al netto della loro versatilità possono essere considerate …

Lascia un commento