giovedì , 14 Novembre 2019
Home / Curiosità / Finocchietto: proprietà e benefici

Finocchietto: proprietà e benefici

Il finocchietto, o finocchio selvatico, che in botanica risponde al nome di Foeniculum Vulgare Miller, è una pianta selvatica utilizzata in cucina per aromatizzare alcune pietanze ma non solo. Ha innumerevoli proprietà benefiche in quanto, non solo è un antinfiammatorio naturale ma viene utilizzato per contrastare i problemi intestinali e le difficoltà digestive.

Il finocchietto selvatico, che erroneamente confondiamo con il finocchio da insalate, appartiene alla famiglia delle Ombrellifere, è una pianta spontanea che nasce nei Paesi mediterranei, soprattutto sulle coste. E’ caratterizzato dalla forma ad ombrello e, i suoi rami fibrosi, possono arrivare a 2 metri di altezza, fioriscono in estate, periodo in cui è possibile raccogliere i suoi frutti, che sono anche i suoi semi. Sono proprio i semi di finocchietto, grazie alla presenza di trans-anetolo, estragolo e fencone, ad avere proprietà benefiche contro i disturbi gastro-intestinali.

Se rientrate in quella schiera di persone che soffre di pancia gonfia e altri disturbi intestinali tipo stipsi, colite e diarrea, prendetevi un pò di tempo e leggete questo articolo. Scoprirete perchè è importante inserire il finocchietto selvatico nella vostra alimentazione e troverete tanti consigli per favorire la vostra digestione.

E’ risaputo che il finocchietto sia un toccasana per la digestione, lo intuiamo anche quando siamo al supermercato e troviamo, tra gli scaffali, innumerevoli tisane al finocchietto le cui scatole, indipendentemente dalla marca, presentano una parola comune: digestione.
Vediamo allora nello specifico le fibre e le molecole presenti in questa pianta miracolosa in modo da capirne le proprietà e sapere quando utilizzarlo.

Cominciamo col dire che il finocchietto è un potente antinfiammatorio che può aiutarci quando siamo raffreddati poichè fluidifica il muco e svolge un’azione espetterante. Consiglio una tisana al finocchietto prima di andare a dormire se non riuscite a respirare bene a causa del raffreddore: il suo potere balsamico riuscirà a liberare le vie respiratorie superiori.

Inoltre, il finocchietto, favorisce la peristalsi intestinale e quindi aiuta le persone soggette a fastidiosi disturbi intestinali, come ad esempio fenomeni di meteorismo, in cao di diarrea, stipsi, colite o dolori addominali. chi soffre di mal di stomaco, dovrebbe assumere una tazza di tisana al finocchietto, dopo i pasti principali, in modo da predisporre lo stomaco e aiutare l’intestino nei fisiologici movimenti della digestione.

E’ un potente antiossidante ed è molto diuretico, due motivi per i quali è sempre bene inserirlo nella nostra dieta quando vogliamo disintossicarci e perdere qualche kilo. Se state facendo una cura detox e volete potenziarne l’effetto, potete unire il finocchietto alle vostra tisane. In particolare se unite i semi di questa pianta miracolosa al tarassaco, al carciofo o al cardo mariano, intensificherete l’effetto drenante dell’infuso.

E’ stato appurato che il finocchietto selvatico ha anche proprietà galattogene. Quindi se siete neo mamme consumate almeno un infuso di finocchietto al giorno per favorire la montata lattea ma non solo. In questo modo gli effetti benefici arriveranno anche al neonato aiutandolo in caso di coliche gassose.
Al contrario, se assumete un anticoncezionale per via orale, fate molta attenzione a non esagerare con questa tisana poichè il finocchietto potrebbe contrastare il lavoro degli estrogeni.
Infine voglio ricordarvi che, grazie alla gran quantità di fibre in esso contenute, il finocchietto rafforza il sistema cardiocircolatorio.

E’ molto semplice preparare un’ottima tisana al finocchietto. Basta far bollire 200 ml di acqua, aggiungere un cucchiaino di semi e lasciar riposare l’infuso per almeno 3 minuti, ovviamente a fuoco spento. Passato questo tempo, basterà filtrare il tutto per poter gustare la nostra tisana e goderci il nostro relax. E’ possibile zeccherarla ma sarebbe prefiribile gustarla al naturale per non perdere i suoi benefici, soprattutto quelli disintossicanti.
Non mi resta che dire buona tisana a tutte!

Check Also

Dieta Detox: Disintossicarsi dopo le vacanze

Possiamo dirlo: le vacanze ormai sono un ricordo, siamo tornate alla routine giornaliera pronte ad …

Capelli decolorati: Piccoli consigli per una chioma favolosa!

Quando si cambia drasticamente il colore dei capelli, passando dal castano al biondo con la …

Lascia un commento