giovedì , 17 Giugno 2021
Home / Bellezza / Le ciliegie: proprietà benefiche e controindicazioni

Le ciliegie: proprietà benefiche e controindicazioni

Oggi scopriamo le ciliegie, frutto primaverile dal colore intenso e dal gusto dolciastro al punto da sostituire il dessert e farlo associare ad un alimento calorico e non adatto alle diete. Scopriremo insieme che non è così: oltre ad essere alleate della nostra salute, le ciliegie sono raccomandate se vogliamo perdere peso. Scopriamo insieme i valori nutrizionali e le controindicazioni di questo meraviglioso frutto.

Fu Lucio Licinio Lucullo, un generale romano vissuto nel primo secolo a.C. a scoprirle e ad importarle dall’oriente ed è per questo motivo si definiscono frutti luculliani.
Le ciliegie si raccolgono in Asia e in Europa tra il mese di maggio e la fine di giugno; l’albero da cui si raccolgono, il ciliegio, appartiene alla famiglia delle Rosacee e produce fiori rosa o bianchi. Esistono tanti tipi di ciliegie, da quelle più dolci, ideali per la preparazione di torte o mangiate da sole, a quelle più acidule, ideali per la preparazione di liquori, ma tutte, indistintamente, sono alleate del nostro benessere grazie alle vitamine in esse contenute.

Sono un frutto talmente buono, che è un peccato che durino così poco: a fine giugno spariranno dal commercio e si dovrà aspettare l’anno prossimo per riaverle sulle nostre tavole. E’ bene, quindi, approfittare e farne una bella scorta. I nutrizionisti affermano che mangiare 25-30 ciliegie al giorno, non solo aiuterebbe il nostro fegato a lavorare meglio, ma darebbe una spinta importante per la nostra dieta. Sì, perchè, al contrario di ciò che si pensa, le ciliegie hanno un indice glicemico molto basso per cui non fanno ingrassare, anzi, sono diuretiche e ci aiutano a farci perdere peso.

Non finisce qui, le ciliegie non sono solo alleate della nostra linea, esse si prendono cura del nostro organismo e costituiscono un vero e proprio toccasana per il nostro benessere.
Cominciamo col dire che le ciliegie sono ricche di vitamina C e non ci stancheremo mai di dire quanto sia importante e fondamentale per noi assumere questa vitamina in grandi quantità: non solo rinforza il nostro sistema immunitario, ma stimola la sintesi del collagene e aiuta ad assimilare il ferro.
Il magnesio e il potassio contenuti nelle ciliegie aiutano il nostro sistema nervoso e il funzionamento muscolare.
Cianidina, Quercetina, Luteina e Zeaxantina hanno particolari proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti. In particolare le ultime due, che appartengono al gruppo dei carotenoidi, sono fondamentali per l’apparato visivo, eliminano i radicali liberi proteggendo le cellule.
Ma non è tutto: le ciliegie contengono grandi quantità di melatonina, dunque favoriscono il sonno.
Le ciliegie vengono utilizzate per il trattamento dell’artrite reumatoide e, in generale, per tutte quelle patologie associate al dolore e all’infiammazione. E’ stato dimostrato, infatti, che il consumo di ciliegie inibisce i processi infiammatori al punto che la loro azione è molto simile a quella di alcuni farmaci, come l’ibuprofene.
Di seguito, vi lascio una tabella con i valori nutrizionali delle ciliegie per 100g:

  • Acqua 82,25 g
  • kcal 63
  • Proteine 1,06 g
  • Grassi 0,2 g di cui saturi 0,038 g
  • Carboidrati 16,01 g di cui zuccheri 12,82 g
  • Fibre 2,1 g
  • Potassio 222 mg
  • Magnesio 11 mg
  • Ferro 0,36 mg
  • Fosforo 21 mg
  • Vitamina C 7 mg
  • Indice glicemico 22

Check Also

Magnesio: I segnali che indicano una carenza nell’organismo

Forse non tutti sanno che il Magnesio è un minerale fondamentale per il benessere del …

Gonfiore addominale: 10 cibi da evitare assolutamente

Siamo nel periodo dell’anno in cui lo strappo alla regola è concesso. Se durante l’anno, …

Lascia un commento